Cucina con le patate

La patata è il tubero più conosciuto al mondo e, oltre al sapore, vanta molte proprietà grazie alle sostanze nutrienti da cui è composto. Ricco di carboidrati, presenti in forma di amidi, è anche una preziosa fonte di vitamine, soprattutto la vitamina C e quelle del gruppo B, e di sali minerali, in particolare ferro, potassio e magnesio. Scopriamo due ricette della cucina con le patate.

Il potassio è un ottimo alleato della circolazione sanguigna, favorisce il microcicolo e previene il ristagno dei liquidi grazie alle sue ‘capacità’ diuretiche, ostacolando così anche la formazione della cellulite. Il magnesio, invece, è un minerale che stimola il benessere mentale e il buon umore, mentre il ferro rende le patate uno strumento utrile per contrastare l’anemia. E ancora, la patata contiene fibre, aiutando così la digestione, mentre gli amidi (noti anche come zuccheri a lento assorbimento) forniscono energia e favoriscono il senso di sazietà.

Una vera miniera d’oro, insomma, che presenta inoltre il vantaggio di poter essere preparata in molti modi: le patate sono infatti perfette lesse, al forno, fritte, in qualunque modo si scelga di cucinarle. Una ricetta valida è quella dello sformato, che rende le patate un ottimo piatto unico, completo e ricco di gusto e nutrienti. Inoltre lo sformato di patate va bene sia per gli adulti che per i bambini, perchè appetitoso e veloce da mangiare. A seguire, la ricetta delle patate arrosto, un altro classico della cucina italiana.

Cucina con le patate: gli ingredienti per lo sformato di patate

500 gr di patate
150 gr di formaggio a pasta morbida e poco stagionato
mezzo bicchiere di latte
1 mozzarella di circa 150 gr
70 gr di prosciutto cotto tagliato a dadini
2 uova
20 gr di parmigiano grattugiato
150 gr di pangrattato
burro e sale

La preparazione

Sbucciare, lavare e tagliare a pezzi le patate, prima di lessarle per circa 20 minuti o comunque fino a che non arrivano a cottura. Una volta lessate, le patate devono essere schiacciate con l’aiuto di una forchetta o di uno schiacciapatate. In una terrina di medie dimensioni unire alle patate schiacciate le due uova, precedentemente sbattute in un  recipiente a parte; aggiungere poi il sale, il latte, i cubetti di prosciutto cotto, il formaggio tagliato a dadini e il parmigiano. Mescolare con cura il tutto e amalgamare gli ingredienti fino ad ottenere un composto omogeneo.

Imburrare una teglia da forno e riempirla con un primo strato abbondante del composto di patate, poi con uno di mozzarella, e ripetere l’operazione fino ad esaurimento degli ingredienti: si otterrà una ‘torta’ a più strati, con alternanza di patate e mozzarella, e l’ultimo strato, che poi sarebbe il primo, deve essere di patate.

Completare cospargendo la superficie con una spolverata di pangrattato, che permette di ottenere una crosticina dorata attivando al termine della cottura la funzione ‘grill’ del forno. Aggiungere un filo di olio extravergine d’oliva e cuocere in forno per circa 20 minuti.

Cucina con le patate: gli ingredienti per le patate arrosto

Patate – 600-800 gr, ma anche 1 kg se sono presenti dei veri appassionati;

Olio extravergine d’oliva

Sale, cipolla, aglio e rosmarino

Vino bianco secco

La preparazione

Si inizia con il pelare per bene le patate, senza lasciare pezzetti di buccia, e nel tagliarle. In genere le patate da fare arrosto si tagliano a tocchetti più o meno grandi, ma vanno bene anche gli spicchi di media grandezza.

Quando le patate sono tagliate e custodite nell’acqua in modo che non diventino scure, perdendo il loro sano colore dorato, si prepara il soffritto con l’olio e l’aglio, per aggiungere le patate non appena pronto.

A questo punto si fanno cuocere per alcuni minuti -non più di 10- prima di aggiungere anche il rosmarino precedentemente tritato sottile sottile e il vino bianco.

Coprire con un coperchio e  seguire la cottura fino a che il vino non evapora: ora potrebbero essere pronte, in questo caso si aggiunge il sale e si serve.

L’intensità della cottura dipende però dalle preferenze personali, per cui c’è chi le vuole più cotte e chi al contrario appena arrostite: per aumentare l’effetto ‘arrosto’ è bene fare attenzione a girarle una per una, aggiungendo man mano altro vino in modo da agevolare la cottura.

Alla fine, al momento di condire con il sale, fare attenzione a non eccedere, le patate arrosto non necessitano di molto sale come le patatine fritte, anche perchè sono già insaporite con il rosmarino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *